Prenota ora con Vantaggi Esclusivi!

PRENOTA ORA

Data:
Notti:
Cottage:
Persone:
Promo Code:

Nettuno e il suo caratteristico borgo medievale

Sicuramente il Medioevo è stato uno dei periodi storici di cui si hanno le maggiori tracce al giorno d'oggi. Tante testimonianze che sono giunte intatte fino ai giorni attuali e che vi permetteranno di visitare posti di bellezza unica. Potrete fare un passo indietro nel tempo se vi trovate al Parco della Gallinara Camping Village e decidete di visitare il borgo medievale di Nettuno. Si tratta della parte più antica di questa cittadina e nel contempo di quella più interessante visto che affonda le sue origini proprio nel periodo storico del Medioevo. Il borgo si trova direttamente sul lungomare Matteotti di Nettuno, dunque a ridosso del mare.

Proprio questo contribuisce a dar vita ad uno scenario bellissimo e che vi regalerà particolari emozioni. Non riuscirete a non vivere tale visita come un qualcosa di suggestivo e che vi permetterà di tornare all'epoca medievale. Anche perché una delle caratteristiche principali di questo borgo è quella di essere ben tenuto. Ciò vuol dire che la maggior parte degli edifici e delle testimonianze storiche che avrete modo di ammirare sono molto curate dalla sovrintendenza locale e dalle autorità preposte. Vale la pena ricordarvi di alcune importanti nozioni storiche quando si fa riferimento a tale fondamentale attrazione presente a Nettuno: il Medioevo è stata l'epoca di massimo splendore per quest'area, ma essa esisteva già in precedenza.

Fin dai tempi più antichi questa zona della cittadina era quella portuale. E occorre ricordarvi che si parla anche dell'area nevralgica della città di Antium, così come veniva chiamato all'epoca degli antichi romani il territorio tra Anzio e Nettuno. Antium fu uno dei punti fondamentali dell'epoca di Nerone finché nel 68 non ci fu la sua morte. Un evento che iniziò a segnare il grande declino che portò Antium e l'area che oggi viene definita come il borgo medievale ad essere terra di conquista. Antium fu così conquistata dai Goti, mentre coloro che decisero di non andare via si spostarono proprio nella parte più antica della città.

Tante bellezze da poter ammirare
Sicuramente se vi trovate nella zona di Nettuno non potrete farvi scappare una visita al suo splendido borgo medievale. Questo contiene tante attrazioni storiche e non solo che permettono di renderlo uno dei punti principali da un punto di vista prettamente turistico. Quello che noterete prima è il Castello di Nettuno che nel suo perimetro si caratterizza per via della presenza di solide e robuste mura. Inoltre non riuscirete a fare a meno di notare anche dei torrioni a forma di cilindro. Il tutto contribuisce a creare una vista spettacolare e che vi permetterà così di sentirvi in un contesto storico completamente diverso da quello contemporaneo. Occorre precisarvi che il borgo medievale è rimasto proprio come era nel Medioevo e presenta alcuni dei suoi luoghi principali. A partire dalla casa Baronale che si trova nel bel mezzo dell'area che risale al periodo del Medioevo. L'ingresso principale del palazzo Baronale lo potrete trovare su Piazza Marconi.
E una visita è assolutamente consigliata se avete voglia di scoprire alcune delle principali testimonianze storiche legate al Medioevo e che varrà la pena conoscere nei dettagli. Da tener presente che il palazzo Baronale appartenne alla famiglia Colonna, simbolo puro del feudalesimo e di un potere tipico dell'epoca medievale. E dovete sapere che proprio questa famiglia è sempre stata un elemento cardine per una piccola cittadina come Nettuno, anche perché dal 1426 fino addirittura al 1594 riuscì a mantenere la proprietà della terra di questa località laziale. Ma ciò che ha caratterizzato inevitabilmente il palazzo Baronale è stato il fatto che fosse proprietà degli Orsini i quali ne diedero uno stile tipico del 1500.

Ricordate anche un altro aspetto storico di certo non trascurabile, ovvero che il Castello di Nettuno fu ristrutturato nel 1569 per volere di un importante esponente della famiglia Colonna. Tutto questo vi fa dunque capire quanto questa famiglia abbia inciso con decisione sulla storia di una piccola località come Nettuno. Per quanto riguarda gli accessi, ricordatevi che potrete entrare nel borgo medievale di questo paesino direttamente dal lungomare Matteotti. Oppure potreste anche optare per un'altra soluzione comunque vantaggiosa, ovvero da Piazza Mazzini o anche da Via della Resistenza.

Altri punti storici che dovrete vedere nel borgo medievale
Che Nettuno sia un insieme di punti storici fondamentali per il Lazio e per l'intera Europa non ci sono dubbi. E questo dimostra che se vi trovate in questa meravigliosa regione dovrete godervi un posto del genere con le sue bellezze. Questo borgo medievale è molto caratteristico in quanto presenta diversi punti storici presso i quali vale la pena fare una tappa. Innanzitutto è bene ricordarvi anche il palazzo Doria-Pamphilj, la cui struttura base risale addirittura al 1600. Inizialmente fu di proprietà della ricca famiglia Cesi la quale nel 1648 decise di venderlo ad un'altrettanto ricca casata, quella dei Pamphilj. Furono proprio i nuovi acquirenti che decisero di ampliare l'edificio e renderlo ancor più imponente acquistando anche dei palazzi limitrofi. Potreste visitare il palazzo per via di una serie di bellissimi affreschi che furono realizzati dall'artista Pier Francesco Mola alla metà del 1600.
Non tutti sanno anche che questo palazzo alla fine del 1600 ospitò la corte pontificia per una visita tecnico-estimativa legata al porto di Anzio. Vi fu anche la presenza per un periodo di tempo limitato dell'allora papa, Innocenzo XII.

Di origine medievale e altro punto turistico cruciale del borgo medievale di Nettuno che vale la pena visitare è la chiesa collegiata di San Giovanni Battista ed Evangelista. Essa fu però terminata alle metà del 1700 fino a prendere quella che è la sua struttura attuale. Secondo dei racconti che risalgono al Medioevo, a rendere ancor più particolare questa chiesa è il fatto che essa sia sorta proprio dove risiedeva il tempio dedicato al dio Nettuno. Potrete così vivere un'esperienza molto particolare e nel contempo anche suggestiva: anche perché non mancano i reperti ritrovati al di sotto della chiesa che sorge nel borgo medievale di tale cittadina. E questi danno prova del culto nei confronti del dio.
Senza dimenticare che se vi trovate nel borgo medievale di Nettuno potreste anche optare per una passeggiata a Piazza Colonna con tutti i suoi intrecci di strade dove si respira un'aria mista di odori e profumi suggestivi.

28/05/2018
Il borgo medievale di NettunoNettuno Lazio

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. ok